sabato 5 dicembre 2020

"Un ideale da molti anni coltivato. Materiali per la storia della Facoltà di Scienze politiche e sociali dell’Università Cattolica". Un ricco volume pubblicato da Vita e Pensiero. Finalmente IN LIBRERIA

 



 Un ideale da molti anni coltivato. Materiali per la storia della Facoltà di Scienze politiche e sociali dell’Università Cattolica

a cura di Damiano Palano

Vita e Pensiero

(pp. 448, euro 50.00)


La mattina del 7 dicembre 1921, Agostino Gemelli, nella nuova veste di rettore, diede avvio al primo anno accademico dell’Università Cattolica. Quello stesso anno, nel palazzo neoclassico di via Sant’Agnese, iniziarono anche le attività della Facoltà di scienze sociali, una delle due Facoltà con le quali i fondatori vollero cominciare a dar corpo all’«ideale da molti anni coltivato» di un Ateneo dei cattolici italiani. Ripercorrendo le differenti tappe della sua storia ormai secolare, questo volume intende esplorare proprio le radici dell’attuale Facoltà di Scienze politiche e sociali. I saggi e i documenti presentati in queste pagine mettono così in luce la fisionomia di un’istituzione accademica originale, partendo dalle origini e giungendo alla riorganizzazione seguita alla riforma nata dal cosiddetto «progetto Maranini-Miglio», che nel 1968 modificò l’ordinamento delle Facoltà di Scienze politiche. Senza limitarsi a una celebrazione rituale, questi materiali si propongono però soprattutto una riflessione sulle dinamiche di sviluppo, sugli snodi critici e sulle dimensioni problematiche di una Facoltà che, dinanzi a una società e a un mondo in rapida trasformazione, si trovò a ripensare quasi costantemente la propria identità e la propria funzione.

 

Damiano Palano Professore ordinario di Filosofia politica e Direttore del Dipartimento di Scienze politiche dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Fa parte del Comitato di gestione dell’Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali (Aseri), presso cui dirige il Master in Advanced Global Studies (Mags). È membro della redazione di «Vita e Pensiero» e del comitato direttivo di «Filosofia politica», dei «Quaderni di Scienza politica», di «Rivista di Politica» e di «Soft Power». Tra i suoi lavori: Fino alla fine del mondo, Napoli, 2010; Partito, Bologna, 2013; La democrazia senza qualità, Milano-Udine, 2015Populismo, Milano, 2017; Il segreto del potere, Soveria Mannelli, 2018; Bubble democracy, Brescia, 2020. Ha recentemente curato il volume di Gianfranco Miglio, Carl Schmitt. Saggi, Brescia, 2018, La forma dell’interesse, Milano, 2018, insieme a Paolo Colombo e Vittorio E. Parsi e La politica pura, Milano, 2019. Per Vita e Pensiero ha pubblicato Il potere della moltitudine, Milano, 2002; Geometrie del potere, Milano, 2005 e La democrazia senza partiti, Milano, 2015.

 


"Stato di emergenza. Discussioni sulla politica sospesa al tempo del virus". RIvedere tutti gli incontri


Il ciclo Stato di emergenza. Discussioni sulla politica sospesa al tempo del virus, sesta edizione di Politica In Transizione (PIT), si è concluso giovedì 3 dicembre.

Un ringraziamento sentito a tutti coloro che hanno dialogato con Damiano Palano e animato le discussioni con i loro contributi: 

Raul Caruso 

Gianni Riotta 

Raffaele Alberto Ventura 

Luca Castellin 

Alessandro Campi

Emidio Diodato

Sofia Ventura 

Anna Sfardini

Nadia Urbinati

Vittorio Emanuele Parsi

Agostino Giovagnoli

Francesco Tuccari

Guido Gili

Massimiliano Panarari

Massimo Scaglioni

 

In attesa della nuova edizione, tutti gli incontri possono essere rivisti su Youtube:


Il mondo fragile. La democrazia e le insidie di uno shock globale

Con Raul Caruso e Gianni Riotta



È finita l’era dei competenti?

Con Raffaele Alberto Ventura e Luca G. Castellin

 


La politica dopo (e durante) la pandemia

Con Alessandro Campi ed Emidio Diodato


 

I leader e le loro storie, prima e dopo la pandemia

Con Sofia Ventura e Anna Sfardini

 



Pochi contro molti. Il conflitto politico nel XXI secolo

Con Nadia Urbinati e Vittorio Emanuele Parsi



La rivolta della società. L’Italia nella «grande trasformazione» contemporanea

Con Francesco Tuccari e Agostino Giovagnoli

 



La credibilità perduta della politica

Con Guido Gili, Massimiliano Panarari e Massimo Scaglioni